Come funziona

Il processo di pirolisi a microonde viene realizzato all’interno di un reattore costituito da due camere: la camera di carico in cui viene posizionato e messo in sicurezza il carico di pneumatici da trattare, seguita dalla camera in cui avviene il processo di pirolisi. I vapori di idrocarburi che si sviluppano durante il processo vengono condensati e raccolti dal sistema di condensazione, mentre i gas incondensabili possono essere convogliati in torcia o utilizzati per la cogenerazione. Terminato il processo, il solido costituito dal carbon black e dall’acciaio viene trasferito dalla camera di pirolisi alla camera di raffreddamento e successivamente sottoposto ad un sistema di post-trattamento per la separazione dei diversi materiali.

Tecnologia

L’applicazione delle microonde alla pirolisi consente di superare le criticità tipiche dei processi pirolitici classici come i transitori di accensione e spegnimento che causano tempi non sostenibili di fermo macchina.

Le microonde agendo direttamente sul materiale da trattare consentono un trasferimento del calore uniforme che si traduce in una distribuzione omogenea delle temperature all’interno del reattore. Questo comporta una velocità di riscaldamento e un tempo di permanenza dei vapori nel reattore diversi rispetto alla pirolisi classica, permettendo di ottenere una migliore composizione chimica dei prodotti di pirolisi.

Questa tecnologia consente quindi una più facile gestione sia in termini di processo sia in termini costruttivi.

Schema

Modello3d_tyrebirth01.jpg

Camera di ingresso | Camera di pirolisi | 1° Camera di raffreddamento | 2° Camera di raffreddamento

Modello3d_tyrebirth03.jpg

Camera di ingresso

Il materiale, una volta introdotto, viene preriscaldato con l’ausilio di resistenze termiche in modo da raggiungere una temperatura ottimale per l’ingresso in camera  di pirolisi.

Modello3d_tyrebirth03.jpg

Camera di pirolisi

Utilizzando le microonde si induce la decomposizione termochimica della matrice polimerica. In tal modo da uno pneumatico si producono le frazioni solida, liquida e gassosa  meglio specificate in seguito.

Modello3d_tyrebirth03.jpg

1° Camera di raffreddamento

Il materiale viene sottoposto ad un primo ciclo di raffreddamento in ombra al processo di pirolisi in modo da abbassare radicalmente la temperatura del materiale.

Modello3d_tyrebirth03.jpg

2° Camera di raffreddamento

Il materiale viene sottoposto ad un secondo ciclo di raffreddamento in ombra al processo di pirolisi fino alla temperatura di estrazione.